Agricoltura sotto scacco

Agricoltura sotto scacco

Tra bombe d'acqua e siccità

  Mercoledì, 26 Aprile, 2017 - 11:23

"La pioggia è importante per dissetare i campi resi aridi dalla siccità, ma per essere utile deve cadere in modo costante e leggero mentre i forti temporali, soprattutto se accompagnati da grandine, aggravano i danni alle coltivazioni in una pazza primavera segnata da nubifragi, siccità e gelate fuori stagione che hanno provocato danni per almeno 100 milioni di euro nelle campagne".

E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’avviso di condizioni meteorologiche avverse da parte della Protezione Civile per temporali dopo che le precipitazioni nella prima decade di aprile sono praticamente dimezzate, inferiori del 47,4% rispetto alla media.

Una situazione che si inasprisce al nord, area in cui la riduzione delle precipitazioni è stata addirittura del 72,3% provocando la peggiore crisi idrica da un decennio.

"Le precipitazioni in Italia – sottolinea la Coldiretti - sono risultate inferiori alla media del 53% anche a marzo, al termine di un inverno che ha visto un calo del 67% (dato del mese di dicembre)".

Articoli correlati