Agrumi e kiwi lucani: destinazione Cina

Agrumi e kiwi lucani: destinazione Cina

Il colosso asiatico apre all'importazione dei prodotti agroalimentari della Basilicata

  Martedì, 12 Gennaio, 2016 - 12:27

La Cina apre le porte all'importazione di prodotti agroalimentari della Basilicata autorizzando, in particolare, l'ingresso di agrumi e kiwi.

La soddisfazione dell'assessore regionale alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia, è palpabile.
“Si tratta di un grande risultato – ha commentato – conseguito grazie al lavoro sinergico compiuto dai nostri produttori e dall'Ufficio fitosanitario del Dipartimento diretto da Ermanno Pennacchio.”

Una buona notizia che, in vista della prossima campagna agrumicola, prelude al rilancio dell'intero settore al momento caratterizzato da prezzi bassi e mercato lento in tutto il Mezzogiorno.

“Nell'ultimo incontro di novembre 2015 presso l'organizzazione dei produttori AssoFruit Italia a Scanzano Jonico con gli esperti cinesi – prosegue Braia – ho potuto verificare di persona il grado di accuratezza con il quale i tecnici cinesi hanno esaminato l'effettiva capacità dell'Ufficio regionale di garantire i controlli fitosanitari sulle produzioni ortofrutticole, sul modello organizzativo e sul sistema produttivo.”

Il riconoscimento - che attesta la crescita dell'agricoltura lucana di qualità - si inserisce nella fase iniziale di lancio del PSR 2014-2020 con dell'avvio dei bandi della nuova programmazione previsti per febbraio.

Articoli correlati