Aree rurali dell'Emilia-Romagna

Aree rurali dell'Emilia-Romagna

Stanziati oltre 12,5 milioni di euro

  Martedì, 7 Febbraio, 2017 - 09:47

Oltre 12,5 milioni di euro per migliorare la qualità della vita nelle zone rurali e favorirne lo sviluppo economico.

La Regione Emilia-Romagna ha approvato due bandi che mettono a disposizione risorse per realizzare sia nuove strutture da destinare a servizi pubblici sia nuovi impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Destinatari dei fondi: i Comuni e gli altri enti pubblici che si trovino nell’Appennino emiliano o parmense-piacentino, nel basso ferrarese, nella Valmarecchia o in una delle aree regionali inserite nel programma europeo di sviluppo locale “Leader” in cui è attivo un Gal.

“E’ una risposta concreta ad esigenze della popolazione dei Comuni rurali, soprattutto montani”, sottolinea l’assessore regionale all’Agricoltura, Simona Caselli. “Mettiamo a disposizione risorse del Psr con il duplice obiettivo di sviluppare sia i servizi alle persone, per migliorare la qualità della vita dei residenti ma anche dei turisti, sia le buone prassi e i comportamenti virtuosi in tema di energie rinnovabili in montagna”.

In particolare il primo bando mira a sostenere interventi di recupero di fabbricati di importanza storica e architettonica da destinare a servizi pubblici per residenti e turisti; il secondo, invece, finanzia interventi di costruzione di impianti pubblici destinati alla produzione di energia da fonti rinnovabili che utilizzino risorse naturali presenti nelle zone rurali, dal legno all’acqua.

Sviluppo

Articoli correlati