Consumi di pizza: Italia leader in Europa

Consumi di pizza: Italia leader in Europa

Oltre un milione di firme raccolte per i riconoscimento a patrimonio immateriale dell'Unesco

  Mercoledì, 16 Marzo, 2016 - 12:50

Più di un milione di firme raccolte a sostegno della candidatura della pizza a patrimonio immateriale dell'Unesco.
Un risultato che testimonia l'amore del mondo intero per questo piatto, divenuto ormai un cibo a diffusione planetaria.

I maggiori consumatori mondiali sono gli statunitensi con 13 Kg a testa, mentre gli italiani guidano la classifica europea con 7,6 Kg pro capite annui.
Al secondo posto gli spagnoli (4,3 Kg), al terzo francesi e tedeschi (4,2 Kg), seguiti da britannici (4 Kg), belgi (3,8 Kg), portoghesi (3,6 Kg) e austriaci (3,3 Kg).

In attesa del riconoscimento Unesco, la pizza napoletana ha conquistato – il 4 febbraio scorso – il bollino di Specialità Tradizionale Garantita dalla Comunità Europea in qualità di prodotto principe del Made in Italy, frutto di un'arte secolare minacciata da una globalizzazione che rischia di reciderne le radici culturali.

Un rischio al quale il riconoscimento Unesco potrebbe fare da argine, tutelando la ricetta tradizionale e i prodotti genuini che ne sono la base, combattendo l'agropirateria internazionale.

La candidatura della pizza a patrimonio immateriale dell'umanità tutela un settore che vale 10 miliardi di euro con almeno 100.000 lavoratori fissi, ai quali se ne aggiungono altri 50.000 attivi nei soli weekend.

Articoli correlati