Greenpeace: "Siamo tutti contaminati"

Greenpeace: "Siamo tutti contaminati"

L'affondo sul Glifosato

  Lunedì, 29 Maggio, 2017 - 11:58

Il 100% del campione di 14 donne incinte sottoposte ad analisi sulla presenza di glifosato nelle urine sono risultate ‘positive’: da 0,43 nanogrammi per millilitro fino a 3,48 nanogrammi.

L’Istituto per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale per la sanità, lo IARC, più di un anno fa aveva inserito il glifosato nella lista delle sostanze probabilmente cancerogene, mentre prima l’Agenzia Europea per la sicurezza dei cibi (EFSA) e poi l'Organismo europeo per il controllo delle sostanze chimiche (ECHA) avevano emesso parere di non cancerogenicità.

“Si tratta di un test è allarmante che conferma pienamente i nostri sospetti - spiega Maria Grazia Mammuccini, portavoce di Greenpeace e della coalizione StopGlifosato -: la contaminazione da glifosato è pervasiva e incontrollabile, e nessuno sa con precisione quali danni possa apportare. Un’unica cosa è certa: i danni ci sono, e la posizione negazionista di alcuni organismi che dovrebbero vegliare sulla salute pubblica fa sì che non si sappia con precisione quali sono”.

Ambiente

Articoli correlati