Arresto per contraffazione

Arresto per contraffazione

L'esito dell'indagine Coldiretti-Ixè

  Giovedì, 15 Giugno, 2017 - 17:32

Quasi 1 italiano su 3 (31% del campione intervistato) ritiene che i casi di frode e contraffazione alimentare dovrebbero essere puniti con l’arresto, con la maggioranza degli italiani (54%) che pensa si tratti di fatti gravissimi per il Paese.

E’ quanto emerge dall’Indagine Coldiretti-Ixe’ sulla base dei dati divulgati dal Censis sul mercato del falso in Italia che vale 6,9 miliardi di euro.

"Al danno economico ed occupazionale si aggiunge quello di immagine con la presenza sul mercato di prodotti di imitazione che non hanno le stesse caratteristiche qualitative di quelli originali ma in alcuni casi, come per i prodotti alimentari e farmaceutici, i rischi – sottolinea la Coldiretti - riguardano anche la salute dei potenziali acquirenti. Accanto ad esperienze positive di successo la rete viene usata spesso come porto franco e diviene uno dei canali ideali per la diffusione delle contraffazioni e delle frodi con la vendita dei kit per il vino in polvere “fai da te” (corredati di false etichette dei migliori vini Made in Italy), ma anche con il kit per il falso Parmigiano Reggiano, il falso Pecorino Romano e altri celebri formaggi nostrani".

Sviluppo

Articoli correlati