Basilicata: la sfida del futuro

Basilicata: la sfida del futuro

L'Assessore Braia traccia un bilancio del PSR 2007-2013 e delinea nuovi orizzonti

  Venerdì, 8 Gennaio, 2016 - 10:15

La Basilicata è pronta ad imboccare il cammino della nuova programmazione agricola europea 2014-2020.

Un territorio che si approccia al nuovo PSR in termini propositivi: dopo aver preso dimestichezza con le procedure europee è pronto a sfruttare ogni occasione per puntare ad uno sviluppo sinergico ed inclusivo.

“La squadra è unita – ha commentato l'Assessore alle Politiche Agricole della regione, Luca Braia – e non ha mai smesso di credere che riportare l'agricoltura al centro delle politiche di sviluppo regionali fosse la strada da perseguire.”

E Braia insiste sull'unità quale vero punto di forza per affrontare il futuro con determinazione e coraggio a favore di un territorio che deve, prima di tutto, prendere consapevolezza delle proprie potenzialità.

Il PSR 2014-2020 rappresenta una sfida interessante che, se ben condotta, vedrà la Basilicata protagonista di uno sviluppo che ha l'ambizione di rappresentare un modello per tutto il Mezzogiorno.
“Non più logica assistenziale – spiega Braia – al centro delle nostre attenzioni ci siano gli investimenti produttivi e non più le spese dietro il cui termine si possa intendere un uso infruttuoso delle risorse.”

Se tra i maggiori meriti ascrivibili al PSR 2007-2013 spicca la volontà di investire sui giovani e sui miglioramenti aziendali, il salto in avanti preconizzato da Braia si concentra sulla valorizzazione del territorio e sulla commercializzazione – a seguito di attenti studi di marketing - dei prodotti lucani in un contesto nazionale ed europeo.

“C'è una Basilicata rurale – conclude Braia – che vuole essere al centro delle attenzioni della politica e della comunità e che vuole interpretare al meglio quel sentimento di riscatto che ha già cominciato a dimostrare con Matera, Capitale Europea della Cultura 2019.”

Sviluppo

Articoli correlati