Business Agromafie

Business Agromafie

Volume d'affari di 16 miliardi

  Lunedì, 12 Settembre, 2016 - 11:43

16 miliardi: a tanto ammonta il volume d'affari complessivo annuale delle agromafie. Un dato in netta controtendenza rispetto alla fase recessiva del Paese perché la criminalità organizzata trova terreno fertile proprio nel tessuto economico indebolito dalla crisi.

"I clan - sottolinea Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti - ricorrono a tutte le tipologie di reato tradizionali: usura, furti di attrezzature e mezzi agricoli, abigeato, macellazioni clandestine o danneggiamento delle colture. I classici strumenti dell’estorsione e dell’intimidazione si impongono anche sulla vendita di determinate marche e determinati prodotti agli esercizi commerciali".

"Particolarmente fiorente – ha precisato Moncalvo - è l’attività rivolta a spacciare per Made in Italy prodotti importati dall’estero, dall’olio di oliva ai pomodori fino ai limoni, con l’effetto indiretto di minare profondamente l’immagine dei prodotti italiani".

Gli ottimi risultati dell'attività di contrasto messa in atto dalla magistratura e da tutte le forze dell'ordine impegnate vanno accompagnati con un impegni atti a stringere le maglie troppo larghe della legislazione.
"L’innovazione tecnologica e i nuovi sistemi di produzione e distribuzione globali come il commercio elettronico - ha concluso Moncalvo - rendono ancora più diffuse le frodi agroalimentari che vanno perseguite con un sistema punitivo più adeguato come opportunamente previsto dalla proposta di riforma delle norme a tutela dei prodotti alimentari, presentata al Ministro della Giustizia Andrea Orlando dalla Commissione per l’elaborazione di proposte di intervento sulla riforma dei reati in materia agroalimentare presieduta da Giancarlo Caselli".

Articoli correlati