Confagricoltura sostiene il Corpo Forestale

Confagricoltura sostiene il Corpo Forestale

“Solo intensificando i controlli possiamo bloccare l'importazione di merce destinata a danneggiare il mercato e la salute dei consumatori.”

  Giovedì, 25 Febbraio, 2016 - 12:22

Al botta e risposta sulla liceità dei controlli sul grano d'importazione svolti dal Corpo Forestale dello Stato e sostenuti da Coldiretti, si aggiunge una terza voce, quella di Confagricoltura che si associa alla mobilitazione, sostenendo questo nuovo episodio della “guerra del grano”.

Donato Rossi, presidente di Confagricoltura Puglia, commenta così le analisi in loco che hanno permesso di rilevare la presenza di pericolose micotossine in una partita di grano proveniente dal Messico: “Non è certo la prima volta che si verifica una situazione del genere. Ormai siamo abituati a sentire quasi quotidianamente di sbarchi di grano proveniente da Canada, Gran Bretagna, Marocco. In questo caso, l'analisi a campione effettuata dalla Forestale ha dato esito positivo ma quante volte grano ugualmente contaminato è passato attraverso i nostri varchi senza nessun vaglio da parte delle autorità sanitarie o delle Forze dell'Ordine?”

Un interrogativo allarmante che, secondo Rossi, merita una sola risposta: “Bisogna intensificare i controlli. Tutti i tir, tutti i container, tutti i silos di grano importato devono essere controllati. Il sospetto, o come in questo caso la certezza, che anche uno solo possa essere contaminato è una ragione sufficiente per rispondere a tutti coloro che polemizzano per i ritardi e il blocco dei varchi ai porti.”

Articoli correlati