L'allarme terrorismo modifica gli stili di vita

L'allarme terrorismo modifica gli stili di vita

Vacanze: -8% Nord Africa, +5% UE

  Martedì, 19 Gennaio, 2016 - 09:27

L'allarme terrorismo ha cambiato, e continua a cambiare, le abitudini di acquisto degli italiani incidendo, ad esempio, sulle mete delle vacanze.

Il taglio più pesante pari all'8% – secondo le recenti statistiche Coldiretti – riguarda i viaggiatori diretti verso l'Africa del Nord (Egitto e Tunisia) spostando l'attenzione verso mete percepite come più sicure, a beneficio dell'Unione Europea che vede incrementare del 5% il via vai di visitatori.

E' quanto emerge da un'elaborazione Coldiretti basata sulle statistiche dell'Omt, l'Organizzazione Mondiale del Turismo che registra, complessivamente, un aumento del 4,4% dei viaggiatori mondiali che si sono mossi fuori dal loro paese nell'anno appena trascorso.

“In Europa - sostiene la Coldiretti – si sono registrati 609 milioni di arrivi, 29 milioni in più rispetto al 2014.”

E “l'effetto terrorismo” condiziona anche le abitudini degli italiani, conducendoli più spesso verso mete fuori mano percepite come più sicure. Ad esempio, per le vacanze di fine anno, il comparto agrituristico ha fatto registrare un aumento del 15% rispetto allo scorso anno.

“La situazione generale – conclude la Coldiretti – spinge verso vacanze più brevi e più vicine a casa, ma tra i motivi della preferenza per la campagna c'è sicuramente la garanzia di riposo e di tranquillità, lontano dalle preoccupazioni, di qualunque genere possano essere.”

Articoli correlati