Lombardia: arriva il "latte della solidarietà"

Lombardia: arriva il "latte della solidarietà"

L'iniziativa regionale per sostenere gli allevatori in difficoltà

  Martedì, 19 Aprile, 2016 - 11:30

Arriva il "latte della solidarietà", iniziativa predisposta dalla Regione Lombardia per sostenere gli allevamenti in crisi.

Dal 26 aprile e fino all'8 maggio sarà possibile acquistare latte Made in Lombardia a lunga conservazione al costo di 50 centesimi per una confezione da mezzo litro, molto di più di quanto venga corrisposto agli allevatori al momento del ritiro alla stalla da parte delle grandi aziende di trasformazione.

"L'obiettivo - sottolinea Coldiretti Como-Lecco - è far riconoscere ai consumatori il vero latte Made in Italy e mettere al sicuro un sistema, quello lombardo, che produce il 40% del latte italiano dove lavorano direttamente almeno 15.000 persone".

Un settore messo a repentaglio dal crollo del prezzo del latte alla stalla sotto i 36 centesimi al litro.

Negli ultimi 11 anni, nelle province di Como e Lecco, ha chiuso i battenti un allevamento su quattro. La provincia di Lecco, in particolare, è la seconda più colpita a livello regionale dopo Sondrio dove gli allevatori che hanno rinunciato all'attività imprenditoriale sono il 48,8%.

Una situazione alla quale la Regione Lombardia ha deciso di porre rimedio concretamente con una sperimentazione a tempo limitato: il latte lombardo venduto direttamente (1 euro tondo per 1 litro di latte) proviene dagli allevamenti non più coperti da contratti per il ritiro e tutelati dall'operazione "Salva Stalle" voluta da Regione, Coldiretti Lombardia e Cooperativa Virgilio di Mantova.

Sarà compito del Consorzio Virgilio ritirare e trasformare in UHT i 90.000 quintali di latte in esubero da destinare alle reti di intervento.
"Con l'acquisto di questo latte - conclude la Coldiretti - non solo si ha la certezza dell'origine del prodotto ma, al tempo stesso, si compie un gesto di solidarietà nei confronti di tutti quegli allevatori onesti che stanno attraversando una crisi senza precedenti, con il prezzo del latte alla stalla che non copre nemmeno i costi di produzione".

Articoli correlati