Pecore "salva pastori"

Pecore "salva pastori"

Dalla Sardegna, un dono alle aree terremotate

  Lunedì, 3 Aprile, 2017 - 12:15

Per salvare la pastorizia quasi mille pecore, con agnellini al seguito, sono arrivate a Cascia, nel cuore dell`Umbria ferita dal terremoto, dopo essere sbarcate a Civitavecchia da una motonave salpata da Olbia.

L’iniziativa è dei pastori della Coldiretti della Sardegna che hanno voluto regalare ai “colleghi” terremotati il maxigregge rinnovando, con un impegno dalle dimensioni straordinarie, l`antica tradizione agropastorale della “paradura” con la quale vengono offerte in dono una o più pecore a chi si trova in difficoltà.

Nei fatti, tanti pastori in tutta la Sardegna, nonostante la crisi, si sono privati di parte del loro gregge per fare un atto di generosità concreta.

"E’ stato deciso - sottolinea la Coldiretti - di assegnare le pecore a 40 pastori umbri con una consegna casuale “a stumbu” fatta da un bambino bendato, secondo l’antica tradizione. Ad accompagnare il gregge una nutrita delegazione di pastori della Coldiretti Sardegna che per festeggiare l’evento hanno deciso di offrire a tutta la popolazione i prodotti dell’isola".

Articoli correlati