Pomodoro da industria: attenta programmazione delle superfici coltivate

Pomodoro da industria: attenta programmazione delle superfici coltivate

L’appello dei produttori di Confagricoltura Area Nord-Italia

  Lunedì, 1 Febbraio, 2016 - 11:07

Un richiamo netto alla responsabilità rivolto a tutti gli attori della filiera del pomodoro da industria dell'area Nord Italia di Confagricoltura.

Un monito che rappresenta il punto da cui partire in vista della prossima campagna che avrà l'obiettivo di sollecitare il dialogo interno alla filiera per una programmazione accurata delle superfici coltivate, con un approccio che consenta di garantire agli operatori un'adeguata remuneratività.

“È adesso il momento in cui ciascuno deve ponderare e programmare in sinergia con il sistema", ha ricordato per Confagricoltura Emilia Romagna il presidente della Sezione di Prodotto, Giovanni Lambertini, ad una quarantina di produttori provenienti dalle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Ferrara, Cremona, Mantova e Alessandria. "Rivolgiamo in particolare - prosegue Lambertini - l’appello all’industria di trasformazione per quanto concerne la definizione dei programmi di trasformazione e alle Organizzazioni dei Produttori affinché pongano massima attenzione alla programmazione delle superfici.”

Il coordinamento tra i produttori risulta l'elemento decisivo che consentirà di contenere la spinta verso un'eccessiva proiezione produttiva per non inflazionare, a campagna in corso, l’intero mercato.

“L’obiettivo primario – sottolinea Lambertini - è che si trovi un equilibrio che consenta di trasformare tutto il prodotto coltivato senza correre il rischio di lasciarne nei campi. Anche gli agricoltori non devono eccedere nell’opzionare superfici a pomodoro, considerando gli elevati e inderogabili costi di produzione a cui sono anticipatamente esposti. La trattativa in corso per la campagna del pomodoro da industria deve avere la finalità e l’interesse comuni di trovare la giusta distribuzione di valore lungo la filiera medesima.”

Articoli correlati